ReliPress | RELIGIOUS LIFE PRESS
Ottobre 2013

Proteggere le minoranze

Appello all'ONU perché ci sia una risoluzione in difesa delle minoranze religiose

Il 24 ottobre 1945 entrava in vigore la Carta delle Nazioni Unite (ONU). A 68 anni di distanza continuano le pressioni perché sia sempre più uno strumento concreto di risoluzioni di conflitti e camini di pace.

L’Assemblea plenaria Il Consiglio delle Conferenze episcopali d’Europa (CCEE) che raccoglie 33 Conferenze episcopali d’Europa e l’Appeal of Conscience Foundation hanno lanciato un pressante appello all’ONU in difesa delle minoranze cristiane.

I firmatari così scrivono: «Tenendo presente il costante aumento di forme di violenza, persecuzioni di cristiani e altri gruppi religiosi in diversi parti del mondo, i firmatari della dichiarazione chiedono alle Nazioni Unite di promuovere con urgenza un impegno politico e sociale in difesa di queste popolazioni e a sostegno della libertà religiosa, adottando in particolare una Risoluzione per la protezione delle minoranze religiose»

EN information: CCEE and Appeal of Conscience Foundation Joint Statement

 

 

Dichiarazione comune

 

La Fondazione per l’Appello alla Coscienza e il Consiglio delle Conferenze Episcopali d’Europa (CCEE), preoccupati per la violenza persistente e le persecuzioni nei confronti delle minoranze cristiane e di altri gruppi religiosi, esortano le Nazioni Unite ad adottare una Risoluzione per la Protezione delle Minoranze Religiose.

 

Condanniamo tutti gli atti o minacce di violenza, distruzione, danneggiamento o intimorimento diretti contro le minoranze religiose, inclusa la distruzione di luoghi di culto e di testi religiosi sacri di qualsiasi tipo.

 

Rivolgiamo un appello a tutti gli Stati per la prevenzione degli atti o minacce di violenza, e invitiamo le organizzazioni intergovernative e non governative competenti a contribuire a questi sforzi sviluppando iniziative appropriate che mirino a promuovere il rispetto reciproco e il riconoscimento delle minoranze religiose.

 

Il Consiglio delle Conferenze Episcopali d’Europa e la Fondazione per l’Appello alla Coscienza esortano tutti gli Stati, le organizzazioni intergovernative e non governative e i media a promuovere, attraverso la formazione, una cultura del rispetto reciproco e della tolleranza per la diversità delle religioni, che rappresentano un aspetto importante del patrimonio collettivo dell’umanità.

 


Notizie correlate
Lascia un commento

* obbligatorio

newsletter

iscriviti alla nostra newsletter

Seguici su..