ReliPress | RELIGIOUS LIFE PRESS
Dicembre 2013

Non vanificare il carisma

Francescani dell'Immacolata sotto commissariamento. Un delicato momento che rischia di spaccare l'istituto

Sergio Rotasperti

In questi ultimi giorni è sotto l’attenzione degli organi di comunicazione la dolorosa vicenda dei Francescani dell’Immacolata, una nuova comunità religiosa che dal luglio 2012 si trova commissariata insieme al suo fondatore p. Stefano Manelli.

Tutto parte dall’interno della famiglia religiosa con la denuncia di 5 frati alla congregazione dei religiosi vaticana secondo i quali i Francescani dell’Immacolata stanno virando verso una’svolta tradizionalista’ che secondo loro ha offuscato il carisma orginario. E così lo scorso 11 luglio avvenne il commissariamento da parte della Congregazioni per gli Istituti di Vita consacrata e le Società di vita apostolica

La Congregazione vaticana ha nominato come commissario il francescano cappuccino p. Fidenzio Volpi il cui obiettivo è di verificare lo spirito carismatico, il modo di gestire l’autorità all’interno della famiglia religiosa, la formazione, la questione economica.

Ad oggi, purtroppo, il cammino è segnato da forze contrapposte tra chi ha fiducia nel processo di cambiamento che si sta attuando con il commissario e chi accusa p. Fidenzio di distruzione della famiglia religiosa. Segnali questi che evidentemente mostrano come la crisi interna era in atto già da tempo.

Ma lo scontro si è alzato con la lettera inviata alla famiglia religiosa da p. Volpi il giorno 8 dicembre, il quale ha denunciato gravi irregolarità in campo economico e diffusione agli organi di stampa di materiale riservato e all’insaputa del commissario. Così ha imposto alcune decisioni che hanno scatenato una dura reazione in coloro che vedono nel commissariamento un’ingiustificata ingerenza esterna. Riccardo Cascioli di la nuova bussola quotidiana mette indebitamente a confronto la situazione della congregazione con la situazione delle suore americane e vi vede un atto di punizione ingiusta e intollerabile su cui bisogna fare chiarezza. D’altro canto, Marco Tosatti di Vatican Insider riporta la notizia che lo sviluppo recente porterebbe alla richiesta di una nuova fondazione.

A ciò si aggiunge l’ingiustificata iniziativa di Corrispondenza romana (l’iniziativa di Corrispondenza romana) volta a raccogliere firme con lo scopo di chiedere ad ampia voce le dimissioni di p. Volpi, reo di portare alla distruzione e dissoluzione i Francescani dell’Immacolata.

Una vicenda che ci pare assume più un connotato ideologico e di politica religiosa, che se continua in questi toni è ben lontano da una mentalità evangelica. Le tante pressioni esterne e mediatiche dovrebbero tacere per dare spazio al delicato e sofferto confronto e dialogo che la Congregazione dei religiosi sta accompagnando cercando di mettere in campo un serio discernimento. Diversamente, tutti sono perdenti. Anche il carisma.

Lascia un commento

* obbligatorio

newsletter

iscriviti alla nostra newsletter

Seguici su..