ReliPress | RELIGIOUS LIFE PRESS
Dicembre 2013

Nuove beatificazioni

religiosi, sacerdoti e laici sugli altari. Il gesuita Pietro Favre proclamato santo

Papa Francesco ha promulgato il 16 dicembre i decreti che portano agli onori dell’altare quattro cristiani: il Beato Pietro Favre gesuita e fra i primi compagni di Ignazio di Loyola diventa santa, Maria Teresa Demjanovich, giovane mistica, ultima di sette figli, Suora professa della Congregazione delle Suore della Carità di Sant’Elisabetta, (nata nel 1901 e morta a Elizabeth negli Stati Uniti nel 1927), Emanuele Herranz Establés, sacerdote diocesano e Fondatore delle Religiose Esclavas de la Virgen Dolorosa (nato a Campillo de Dueñas (Spagna) il 1° gennaio 1880 e morto a Madrid nel 1968), Giorgio Ciesielski, Laico e Padre di famiglia (morto in Egitto il 9 ottobre 1970).

In particolare, Pietro Favre è il gesuità più amato da papa Francesco. Nato il 6 aprile 1506 e morto a Roma il 1 agosto 1546 fra le braccia di sant’Ignazio di Loyola La sua beatificazione avvenne 141 anni fa (5 settembre 1872). Una vita breve ed intensa, vissuta all’ombra ma sempre in viaggio mosso dal desiderio della riconciliazione e della pace: «Senza di lui – scrive p. Spadaro gesuita nell’introduzione al libro “Pietro Favre, servitore della consolazione” – la compagnia di Gesù non ci sarebbe».

Lascia un commento

* obbligatorio

newsletter

iscriviti alla nostra newsletter

Seguici su..