ReliPress | RELIGIOUS LIFE PRESS
Febbraio 2014

Due salesiani uccisi

Celebrati ieri i funerali dei religiosi assassinati da due minorenni

Lo scorso 15 febbraio due salesiani della comunità del Collegio don Bosco di Valencia in Venezuela, sono rimasti vittime di un tentativo di rapina nella scuola salesiana. Secondo quanto riporta l’Agenzia Fides, due ragazzi minorenni (13 e 15 anni) sono entrati nella scuola sabato sera allo scopo di rubare computer, soldi, telefoni cellulari ed altri oggetti di valore. I due malviventi sono entrati anche in cappella oltraggiando e profanando il Santissimo sacramento. Nel tentativo di fermare i ladri Padre Jesus Plaza (80 anni) e il religioso fratel Luis Sanchez (84 anni) sono stati uccisi e gravemente feriti altri due religiosi padre José Luis Salazar e David Marin (64 anni), ora ricoverati in una clinica locale.

Attraverso un comunicato, i Salesiani di don Bosco e l’intera Famiglia Salesiana hanno espresso il loro profondo dolore e la preoccupazione per gli atti di violenza avvenuti: «La Chiesa cattolica in Venezuela ha subito una perdita irreparabile per la morte di due religiosi della Famiglia Salesiana, che con grande dedizione sta servendo molti giovani bisognosi nel vasto ambito educativo del Paese.«Assieme al dolore per la perdita di questi due anziani religiosi salesiani, sentiamo anche profonda afflizione per i due giovani che, confusi nelle loro anime, hanno commesso questi atti vandalici con i quali hanno troncato la vita di due uomini dediti al benessere dei giovani più poveri e bisognosi. Come Famiglia Salesiana ripudiamo tutti gli atti di violenza contro chiunque e richiediamo alle autorità competenti di chiarire quanto avvenuto per proseguire sulla strada della giustizia sociale e della pace, di cui siamo stati carenti in questi ultimi anni».

Anche la chiesa locale di Valencia nella voce dell’Arcivescovo di Valencia, Mons. Reinaldo Del Prette si è trovata sgomenta davanti a questa ondati di violenza. In un breve comunicato l’arcivescovo di scrive: «I Salesiani sono un importante fattore più che secolare della nostra Chiesa locale, siamo veramente addolorati e inorriditi per questo esecrabile avvenimento».

Lascia un commento

* obbligatorio

newsletter

iscriviti alla nostra newsletter

Seguici su..