ReliPress | RELIGIOUS LIFE PRESS
Febbraio 2014

In carcere per la pace

Da sempre pacifista, sr. Megan Rice, 84 anni è stata condannata a 3 anni di prigione per sabotaggio ad un impianto nucleare

Negli Stati Uniti fa già molto discutere il caso di sr. Megan Rice, conosciuta per le sue azioni pacifiste. Sr Megan Rice, 84 anni è stata condannata a tre anni di carcere per aver protestato e sabotato nel 2012 uno stabilimento nucleare a Oak Ridge, in Tennessee. La condanna riguarda anche due altri pacifisti che dovranno scontare 5 anni. Secono il verdetto, la loro incursione minacciò gravemente la sicurezza dell’impianto e quella dei cittadini.

Questa la sua reazione prima della sentanza: «Please have no leniency with me. To remain in prison for the rest of my life would be the greatest gift you could give me» (Per favore, non abbiate indulgenza con me. Il rimanere in prigione per il resto della mia vita sarebbe il più grande dono che potreste donarmi).

La vita di sr Megan è stata molto coraggiosa, attiva e dinamica. È stata arrestata oltre 40 volte e ha trascorso 6 mesi in prigione a motivo della sua disobbedienza civile, combattendo contro l’uso delle armi, la guerra in Afganistan. La religiosa appartiene a Society of the Holy Child Jesus. Divenne religiosa all’età di 18 anni e per 40 anni lavorò come missionaria in Africa insegnando scienze.

Sr Megan Rice è pure presente su facebook: https://www.facebook.com/SisterMeganRice

Che pensa la sua famiglia religiosa? Pur rispettando la sentenza, la Congregazione prega e sostiene il servizio che ha svolto sr. Morgan. In un comunicato stampa, a nome della Provincia Americana della Congregazione , la superiora provinciale sr Mary Ann Buckley scrive:

The Society of the Holy Child Jesus is deeply saddened by the severity of the court’s sentencing for Sister Megan Rice, SHCJ. While the Society respects the judicial process and the court’s decision, we had hoped and prayed that Sister Megan’s age, health, and decades of service would have been considered. She has dedicated her life to helping others and working toward a more just, compassionate, and harmonious world.

“Sister Megan and two others engaged in a peaceful protest, offering prayer for the thousands who have lost their lives as a result of nuclear weapons. Sister Megan was convicted of trespassing and defacing government property and intending to harm national security at a federal enriched uranium facility in Oak Ridge, Tennessee.

 As a 167-year-old community of Catholic women, the Society has a history of standing up for those in need. We are committed to helping women, children, and families by providing educational, spiritual, and social programs across four continents.

 We will continue to stand by Sister Megan and the Roman Catholic Church’s teachings against nuclear proliferation. With the Church, we believe that nuclear weapons are incompatible with the peace so desperately needed throughout the world“.

 

 

Lascia un commento

* obbligatorio

newsletter

iscriviti alla nostra newsletter

Seguici su..