ReliPress | RELIGIOUS LIFE PRESS
Dicembre 2016

Progetto Migranti

Progetto intercongregazionale fra i migranti

In occasione del 50mo anniversario di fondazione della UISG (Unione internazionale delle Superiore Generali) celebrato lo scorso anno, il comitato esecutivo aveva deciso di aprire una presenza interculturale e intercongregazionale fra i migranti. Il progetto ha preso avvio in Sicilia e si è costituita una comunità suddivisa in due gruppi. VI hanno aderito 10 religiose provenienti da 8  paesi e appartenenti a 8 diverse congregazioni.

A un anno di distanza è ora disponibile un report di valutazione del progetto, curato da sr. Elisabetta Flick . Esse scrivono: “Siamo consapevoli che gli inizi sono stati difficili, perché la realtà sul posto è differente da quella descritta dai media. Come abbiamo detto nelle pagine precedenti, i nostri inserimenti non sono agli sbarchi o negli “hot spots”, ma in inserimenti locali e con servizi discreti: centro di prima accoglienza per minori, per le donne, ospedali, prigioni, la strada…. Soltanto le suore di Agrigento attualmente hanno accesso ad un centro di accoglienza dello Stato. Attraverso questi tipi di apostolato discreti, ma reali, raggiungiamo quello che già fanno altre congregazioni in Europa o nel mondo. Ma il mettersi insieme, religiose di congregazioni e carismi diversi, oltre ad essere testimonianza concreta, che è possibile vivere insieme e portare avanti progetti comuni, permette alle congregazioni che lo desiderano, di partecipare a questo progetto comune che vuole rispondere al pressante appello di Papa Francesco: “Attendo ancora da voi quello che chiedo a tutti i membri della Chiesa: uscire da sé stessi per andare nelle periferie esistenziali. «Andate in tutto il mondo» fu l’ultima parola che Gesù rivolse ai suoi e che continua a rivolgere oggi a tutti noi (cfr Mc 16,15). C’è un’umanità intera che aspetta… Aspetto da voi gesti concreti di accoglienza dei rifugiati, di vicinanza ai poveri”.

Per il futuro si intende rafforzare la collaborazione fra le congregazioni, condividere maggiormente informazioni, stimolare la nascita di nuovi progetti intercongregazionali nel mondo.

Lascia un commento

* obbligatorio

newsletter

iscriviti alla nostra newsletter

Seguici su..