ReliPress | RELIGIOUS LIFE PRESS
Luglio 2017

La comunità di Taizé e le sue sfide

Le frontiere su cui è impegnata oggi la Comunità riguardano il campo ecumenico: quello della riconciliazione dei cristiani e della convivenza tra le diverse culture e l’impegno per l’unità europea. Taizé intende essere una “parabola” di pace e riconciliazione.

È stata posta al priore fratel Alois la domanda: “In che modo la Comunità di Taizé, in quanto comunità ecumenica, intende promuovere lo sviluppo sociale in Europa e nel mondo e quale contributo desidera offrire per far fronte alle attuali sfide?” La domanda è molto ampia perciò mi limiterò a dare una risposta personale.
Anzitutto mi vengono in mente le parole del profeta Isaia: “Farò camminare i ciechi per vie che non conoscono, li guiderò per sentieri sconosciuti; trasformerò davanti a loro le tenebre in luce”  (Is 42,16).
Anche se molte cose sembrano oscurarsi davanti a noi, noi Fratelli possiamo solo sempre pregare il Signore, perché guidi noi ciechi su vie che non conosciamo. Nella domanda che mi è stata rivolta è già implicito il fatto che noi ci comprendiamo prima di tutto come una comunità ecumenica.
Nella nostra vocazione ecumenica c’è già una prima risposta.

La comunità di Taizé e le sue sfide

Notizie correlate
Lascia un commento

* obbligatorio

Testimoni

Rivista mensile di informazione, spiritualità e vita consacrata, edita dal Centro editoriale dehoniano di Bologna (Italia).

continua
newsletter

iscriviti alla nostra newsletter

Seguici su..