ReliPress | RELIGIOUS LIFE PRESS
Octubre 2017

La missione al cuore della fede

Scopo di ogni giornata missionaria è proprio e solo questo: rendere consapevoli i battezzati che Gesù “continuamente ci invia ad annunziare il Vangelo dell’amore di Dio Padre nella forza dello Spirito Santo”.

Gabriele Ferrari sx

Ogni anno in occasione della giornata missionaria mondiale, Papa Francesco ha mandato alla Chiesa un messaggio. Dalla sua elezione a oggi sono già cinque i messaggi e ciascuno con un tema diverso, anche se il discorso gira sempre attorno a quella “conversione pastorale e missionaria” che egli ha proposto nella sua esortazione apostolica Evangelii gaudium, la “carta” fondamentale del suo ministero.

Il primo anno ha trattato il tema della missione della «chiesa in uscita», argomento che sarà costante negli anni: la Chiesa che Francesco sogna è una Chiesa che lascia il chiuso delle proprie comunità per recarsi nelle periferie esistenziali a portare il vangelo.

L’anno seguente ha ricordato ciò che egli considera il cuore del suo programma pastorale, espresso anche nel titolo della sua Esortazione: il vangelo è fonte di gioia la quale è il movente e insieme il frutto della missione, la gioia cioè di sapere che Dio ama ciascuno di noi nel suo Figlio, Gesù Cristo.

Nel 2015, che era l’anno dedicato alla vita consacrata, il messaggio di Francesco per la giornata missionaria mondiale non poteva non mettere l’accento sulla connessione tra missione e vita consacrata, visto che storicamente la missione ad gentes è stata svolta soprattutto dagli ordini e istituti religiosi e perché – anche in linea di principio – i religiosi non possono prescindere dall’impegno missionario.

Anche l’anno seguente, 2016, anno santo della misericordia, il messaggio per la giornata missionaria mondiale aveva un tema obbligato: compito primo della missione è annunciare il «Padre della misericordia» e offrire misericordia ovunque soprattutto in quelle terre dove infierisce la guerra, e dove l’ingiustizia, la povertà e la persecuzione sembrano regnare sovrane.

Quest’anno il messaggio del Papa mette l’accento sulla missione che è “al cuore della fede cristiana”. Già san Giovanni Paolo II affermava che essere cristiani ed essere missionari è la stessa cosa, e che la fede delle comunità cristiane “si rafforza donandola” nella missione (cf. Redemptoris missio n. 2). Scopo di ogni giornata missionaria è proprio e solo questo: rendere consapevoli i battezzati che Gesù “continuamente ci invia ad annunziare il Vangelo dell’amore di Dio Padre nella forza dello Spirito Santo.

deja un comentario

* campo obligatorio

Testimoni

Rivista mensile di informazione, spiritualità e vita consacrata, edita dal Centro editoriale dehoniano di Bologna (Italia).

continúa
boletín informativo

Suscríbirse al boletín informativo

Síguenos en..